venerdì 19 giugno 2009

L'aragosta

Giorni fa siamo state al mercato del pesce, posto pittoresco in cui compri il pesce e i ristorantini intorno te lo cucinano.
Compriamo le vongole, i gamberi tigre e decido che voglio l'aragosta.
Ci fermiamo dall'uomo delle aragoste e chiedo quanto costa.
Mi dice il prezzo e, pizzicando l'aragosta, mi informa che era viva.
La stronzagosta per tutta risposta, in un ultimo momento di attaccamento alla vita, si lancia dal banco dell'omino puntando deliberatamente il mio piede (io nel frattempo, con balzo felino, sono arrivata a 10 mt da lui).

Ora...
prescindendo dal fatto che non mi risultava che le aragoste saltassero, l'accaduto ha rafforzato la mia voglia di aragosta.
Chissà come mai, direte voi.

"Quale vuoi" chiede l'omino
"Quella..." ho risposto con non poco sadismo...

Ed eccola qui...
La stronzagosta in tutta la sua bontà...
Perchè io mica son vendicativa...

10 commenti:

  1. Non hai capito, era amore e tentativo di farsi salvare da te... e in effetti l'hai salvata definitivamente :D

    RispondiElimina
  2. Adesso sarà sempre con me...

    RispondiElimina
  3. Sempre con te...se ne sarà già andata,povera aragosta,vagante nel mare di nuovo...
    cosa faresti tu vedendo la tua carnefice che ti indica per bollirti viva????

    RispondiElimina
  4. Condordo con Luc.... avrà provato quell'amore per il carnefice che Orwell ha ben descritto in 1984!

    RispondiElimina
  5. ma il libro è ispirato al reality?

    RispondiElimina
  6. Più che altro è la realtà odierna italiana che si sta ispirando a quel libro...

    RispondiElimina
  7. Ah piè.... :P
    in effetti si... è ispirato... nella fattoria alla fine è impossibile distinguere tra uomini e maiali :P (già dall'inizio in realtà ci sono forti dubbi)

    RispondiElimina
  8. Ma io mi riferivo all'altro libro di oruel, millenovescientottanquaccio

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...