mercoledì 27 novembre 2013

Vedo i calzini espatriati


Come sapete io non sono fan di spic&span o di mastrolindo, io pulisco quando subentra il rischio batteriologico, pulisco non h24.
C'è comunque un limite che ogni donna ha e che è ben diverso da quello di un uomo.

Recentemente ho fatto prove tecniche di mini convivenza condivisione di spazio aereo e ho scoperto interessanti dettagli.
Innanzitutto gli uomini non sono autonomamente in grado di distinguere lo sporco.
Probabilmente in occidente sopravvivono perchè trovano l'acqua in bottiglia, se dovessero comprendere in autonomia qual è quella pulita si estinguerebbero in 5-6 secondi.

Devi quindi spiegargli che l'aspirapolvere va passata, i pavimenti vanno lavati, ma, soprattutto, che i fornelli non li lecca il gatto, si puliscono con lo sgrassatore.
Questo strano sconosciuto.
Quando per cui ho detto alla mia dolce metà "tesoro se pulisci la mattina la chiazza di caffè è più facile, altrimenti il pome io devo scartavetrare la cucina", lui mi ha risposto: "Tanto poi si riusa, la faccio la sera".

Capito amiche care?

Tanto poi si riusa.

Ma come mai non c'eravamo mai arrivate?
Come mai una tale epifania non aveva colpito nessuna di noi?
Di fronte a cotanto intelletto le mie opzioni erano:
a- sparargli;
b- rispondergli: allora amore non pulirti il culo, tanto poi lo riusi;
c- salvaguardare la specie e andarmene.

Ho scelto l'opzione C, ma probabilmente qualche fulmine dev'essere partito, dato che l'indomani fiero mi ha detto "visto che la macchia non c'è?"

E poi noi donne, prese da quel misterioso senso materno che si sviluppa verso qualsiasi cosa abbia gli occhi, ci sentiamo IN COLPA.

La seconda informazione che ogni donna dovrebbe avere è arrivata alcuni giorni dopo.
Che manco i segreti di Fatima, che ci sono voluti 1220 anni.
Io in 3 giorni ho visto la LUCE.

Il mio fidanzatodolcissimo ha deciso di darmi una mano e stendere la biancheria.
Peccato che io me ne sia accorta PRIMA di arrivare a casa, raccogliendo mutande e calzini da 10 km da casa in poi.
Praticamente i calzini mi sono venuti incontro.
Che dolci.
Quando sono tornata, con calma, ho fatto notare al mio fd che 3/4 della lavatrice era in giro per valledilacrime e lui mi ha risposto: "C'era vento".

Ora.

Valledilacrime è una città moderatamente ventosa, quindi usare le pinze per stendere è sufficiente, non è necessaria la colata di cemento sulla biancheria per assicurarla al balcone.
Immediatamente ho pensato alle triestine.
Le ho viste mentre la sera si toglievano le mutande e HOP dalla finestra.

Tanto quella sarebbe stata la loro sorte.
Capirai.
Quelle c'hanno la bora, praticamente per i calzini ci sarebbe l'ESPATRIO.

Ps ho ricevuto però la colazione a letto. Il mio fidanzato è stato per cui abilitato allo spargimento indiscriminato di intimo dal balcone.

13 commenti:

  1. Ecco, con l'ultima frase ho capito.
    Ci fregano così, con la colazione a letto. Così saranno giustificati per tutto il resto (che non fanno e non faranno mai).
    Troppo buone noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero. E' quell'atavico senso materno che non riusciamo a toglierci di dosso ;P

      Elimina
  2. A me piaceva di più la risposta due, un alogica inappuntabile ;-P
    Comunque, a proposito di fornelli, ho fatto per anni il campeggio organizzato con alcuni amici (e per organizzato intendo con roulotte, veranda e cucinotto). Ora, l'attrezzatura era dei miei e a fine vacanza nostra subentravano loro. Il primo anno non abbiamo pulito il fornello per ben due settimane. Non ti dico cosa non abbiamo dovuto fare per farlo venire poi pulito prima che mia madre lo scoprisse XD
    La nota positiva è che è stata educativa come esperienza, l'anno dopo abbiamo smesso di applicare la regola del "tanto si riusa" ^^

    RispondiElimina
  3. Ciao, ho scoperto il tuo blog, lo trovo veramente piacevole, anche se sono un uomo, ma non del genere di cui parli spesso, o almeno credo e spero (so anche usare la grammatica)
    Complimenti ancora
    Ciao
    Simone

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simone, grazie e benvenuto!
      Io per la grammatica non faccio distinzione di sesso, me la prendo con uomini e donne :D

      Elimina
    2. Mi sembra giusto, anche perché conosco anche molte donne che con la grammatica non hanno proprio niente a che fare
      Ciao alla prossima
      Simone

      Elimina
  4. AHAHAHAHAH!
    Allora non è solo il mio uomo che pensa basti un colpo di mocio per debellare polvere e briciole (scopa? Aspirapolvere? SUPERFLUI!) dal pavimento, o che rifare il letto sia inutile perché poi tanto la notte ti ci ricorichi sopra... o che lo chiami alle 17:30 dicendogli "vieni prima stasera, non mi sento tanto bene, mi sa che Cirillo sta per nascere" e lui s'arricampa a casa due ore e mezza dopo, ma con una bottiglia di spumante in mano e un sorriso innocente stampato in faccia che fa leva sull'atavico senso materno di cui sopra...
    Sono uomini, e sono irresistibili proprio perché NON sono come noi: è una legge di natura!
    -Ari-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando una mia amica era incinta mangiava, i primi periodi, solo cose salate, niente dolci. Una sera, diamo per scomparso il suo compagno, che torna fiero e festante con una busta del supermercato pià caro di Beira. Ci guarda fiero e dice: "Guarda quanti biscotti e cioccolatini ti ho comprato!".
      Non so come siamo riuscite a non ridere :D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...