lunedì 26 gennaio 2015

Ciao cuore.





Ciao nonna,

ho pensato molto  cosa dirti, ma niente mi sembrava abbastanza.
So cosa non dirò però, non sarò sdolcinata e non sarò triste.
Perchè tu non sei solo oggi, sei 93 anni di vita piena e felice.

Quindi mi limiterò a dirti: grazie.

Grazie per ciò che sei, che mi dai e che mi insegni.

Tu sei una persona speciale, fuori dal consueto. Del 1921, laureata, a 13 anni nelle nazionali di scherma, con un auto tua e lavoratrice.
Caparbia e volitiva, mi hai insegnato che le cose non basta sognarle, devi volerle.

Ricordo ogni tuo racconto, ogni tuo gesto, ogni tua risata.

Ricordo quando sono tornata a sorpresa prima che ti operassi e, dopo 14 ore di autobus, la prima cosa che mi hai detto è stata "ma perchè sei così spettinata".

Ma questa sei tu.

Sei da sempre il mio modello, moderna, aperta e con una continua voglia di imparare.

Sei un persona luminosa e io sono fiera di portare il tuo nome.

Ti immagino già in compagnia del nonno, del tuo adorato Gerry e immagino mio zio che ti viene incontro e ti dice "Signora Giovanna e che ci fa qua?".

Mi mancheranno la tua voce e le tue mani sempre in movimento. Mi mancherà raccontarti i miei successi e ascoltare i tuoi consigli.

Ma le persone come te non hanno tempo, non passano, semplicemente sono.

Sei aria e sole, sarai sempre intorno a me.

A dirmi che tutto sommato i capelli potevo pettinarmeli.

Con amore infinito,
Giò

4 commenti:

  1. Questa volta mi hai fatto piangere. Lacrimoni, però anche una certezza, certi legami sono meravigliosi e lo saranno per sempre.
    Un abbraccio

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...